sabato 18 giugno 2011

NEOLUDICA @ Art Night Venezia

Grande successo per la Notte Bianca dell'Arte a Neoludica: 421 visitatori (molti altri li abbiamo chiusi fuori dal portone dopo mezzanotte) per una giornata davvero intensa tra performance, recital e presentazioni.

Luca Traini ha 'raccontato' le opere esposte collegandole alle ILLUMInations di Arthur Rimbaud e alle Metamorfosi di Ovidio, VJ Visualoop ha proiettato i suoi video 
Santa Ragione [foto sopra]
e Mikayel Ohanjanyan [foto a destra]
hanno spiegato le loro opere e Sofia Cossard [foto sotto], scrittrice, ha fatto una performance poetica dalla sua ultima silloge Geometria Asimmetrica davanti alle opere di Marco Cadioli, fotoreporter di guerra in Second Life

Con gli altri critici e curatori (da Milano Alessandra Coppa, da Aosta Debora Ferrari, da San Francisco Matteo Bittanti!) e il fotografo Paolo Della Corte si sono poi osservate tutte le varie produzioni esposte (The Path dei Tale of Tales, You can't stop di Massimo Giuntoli, Over Game di Gabriella Parisi e gli artwork e i video di Activision, BLizzard, Nintendo, Disney, Microsoft, Sony, Warner).
Il 400° visitatore è stato premiato con un prezioso gadget di mostra: Second Skin di Tucano (porta notebook), tra gli sponsor dell'evento alla Biennale.

Quasi 2000 persone all'apertura in Ca' Foscari alle 17 e oltre 200 gli eventi della prima notte bianca dell'Arte.
Una grande soddisfazione per Neoludica aver incontrato tante persone, italiane e straniere, entusiaste di scoprire nuove opere di arte contemporanea videoludica, anzi NEOLUDICA.


L'arte è in gioco. Con questo slogan declinato in -quasi- tutte le lingue il team di 15 curatori di Neoludica propone per la Notte Bianca di Venezia, dalle 17 alle 24, un fuoco di fila di incontri e provocazioni.
Si inizia con il curatore e prosattore Luca Traini (star Melnick42 di You Tube) che in mostra reciterà le Illuminations di Rimbaud alternate alle Metamorfosi di Ovidio per creare connessioni remote e recenti al nuovo medium videoludico in esposizione, in un crossover di linguaggi e visioni.

Si prosegue con il cortometraggio di Gabriella Parisi “Over Game” alternato ai video dei creatori dei più noti videogames (da Starcraft II a Wipeout, da Epic Mickey con Warren Spector a Ico di Fumito Ueda) e con un incontro con lo scultore Mikayel Ohanjanyan che ha creato una grande scultura con la realtà aumentata a disposizione del pubblico.
VJ Visuloop e Santa Ragione performeranno sui loro lavori in mostra e Damiamo Colacito farà risuonare le sue sculture uscite dai mondi virtuali mentre Massimo Giuntoli sfiderà il pubblico a colpi di Powerpoint.
Due scrittori aostani, Sofia Cossard e Federico Gregotti, di TraRari TIPI, omaggeranno Venezia e la Luna con un testo dedicato a Tintoretto e poesie lagunari.
Da San Francisco per la speciale occasione l'atteso Matteo Bittanti (curatore con Domenico Quaranta della sezione ITALIANS!! DO IT BETTER) incontrerà gli artisti e il pubblico, come anche il noto fotografo Paolo Della Corte autore dei ritratti degli artisti e delle loro mani.
Debora e Andrea Ferrari, Alessandra Coppa, Eleonora Charans, Chiara di Stefano e i ragazzi della Neoludica Crew della IUAV accompagneranno il pubblico in segmenti di visita guidata per comprendere il mondo delle game art e degli ars games (in mostra anche The Path dei Tale of Tales).
Un particolare ringraziamento a EN SPACE, Gobbetto Resine, Tucano, Distretto Commerciale dell’Eporediese, Gabriella Parisi, partner per l’innovazione che hanno contribuito alla realizzazione di alcuni aspetti della mostra in know how.

Nessun commento:

Posta un commento