giovedì 22 dicembre 2011

Report Neoludica, evento collaterale alla 54.biennale di Venezia

Oltre 20.000 visitatori nelle due sedi e agli eventi dal 1 giugno al 27 novembre
Sala Dei Laneri, Santa Croce 131, Venezia
Centro Culturale Candiani, Venezia -Mestre

Terminata l’esposizione anche nella sede in Venezia il 27 novembre scorso, ora si possono tirare le somme per un’esperienza davvero importante, in 6 mesi alla Biennale di Venezia, dove arte e videogames per la prima volta sono entrati in una manifestazione di tale importanza.

Critici e curatori
Ambra Bonaiuto, Debora Ferrari, Salvatore Fallica, Andrea Ferrari, Massimo Giuntoli, Salvatore Mica, Luca Traini, Matteo Bittanti, Domenico Quaranta, Mauro Nicolini, Elena Di Raddo, Cristina Casero, Alessandra Coppa, Eleonora Charans, Ruggero Eugeni, Chiara Di Stefano, Federico Salerno, Margherita Balzerani, Jaime D’Alessandro.
Artisti
Alessandra Rigano e Federico Castronuovo ‘Serenata’, Auriea Harvey e Michael Samyn ‘Tale of Tales’, Lorne Lanning e Sharry McKenna ‘Oddworld’; Paolo Della Corte, Marianna Santoni; Nino Mustica, Mikayel Ohanjanyan, Samuele Arcangioli, Massimo Giuntoli; Gabriella Parisi; Matteo Bittanti + IOCOSE, Marco Brambilla, Tonylight, Marco Cadioli, Mauro Ceolin, Damiano Colacito , Eva & Franco Mattes , Les Liens Invisibles, Molleindustria, Antonio Riello, Federico Solmi, Santa Ragione, Stefano Spera, Carlo Zanni , Miltos Manetas, Vjvisualoop; Tibe; Jan Vormann. Gli artisti di concept art dei grandi titoli di videogiochi.

Tra le due sedi e con gli eventi organizzati e a cui ha preso parte, Neoludica ha superato i 20.000 visitatori, contato 25 presenze di importanti network di comunicazione mondiale (Italia, Canada, Russia, Usa), ricevuto visite accreditate da 65 giornalisti e critici internazionali e nazionali, ha tessuto una rete con 33 musei internazionali (in quasi tutti i continenti) e con 45 atenei mondiali, oltre a quelli già partner dell’evento.

Per E-Ludo Lab, ente promotore, Musea_Game Art Gallery e Fabbrica Arte, producer, la soddisfazione è notevole a fronte di un impegno altrettanto epico che ha trovato nel gruppo di curatori e di collaboratori, insieme ai partner, la vera forza creativa e organizzativa. Le due mostre infatti contavano 120 opere (anche 15 videogiochi), 55 artisti, 15 curatori e sono state aperte per 270 giorni compresi gli straordinari degli eventi. Le aperture al centro Culturale Candiani sono state seguite da Synthesis di Mestre, una cooperativa specializzata per personale adeguatamente preparato, con la presenza di 3 studenti IUAV che –parte della Neoludica Crew- hanno guidato il pubblico nel comprendere l’arte dei videogames e la cultura di questo mondo in trasformazione. Sempre con Neoludica Crew, altri 20 studenti hanno fatto da mediatori culturali alla Sala dei Laneri in Venezia per tutto il periodo. Gli allestimenti dei padiglioni sono stati eseguiti dai curatori in prima persona col supporto tecnico di Exporama di Reggio Emilia e di Veneta Artigianale di Venezia, con la partecipazione di Gobbetto che ha realizzato il pavimento in resina; il materiale promozionale è stato realizzato da Artestampa di Daverio e il catalogo è stato editato dalla prestigiosa Skira.

27 giornate di Eventi
Dopo i 3 giorni di anteprima stampa e vernissage, la partecipazione ad Art Night Venezia il 18/6, organizzata dal Comune di Venezia con Ca’ Foscari, ha aperto la serie di appuntamenti neoludici che hanno arricchito il cartellone delle proposte con incontri particolari.
Il 7 luglio, grazie ad AESVI e Thalita Malagò, i rappresentanti di ISFE Europa sono venuti a Venezia e dopo la visita guidata al Padiglione di Neoludica hanno fatto una cena esclusiva a Ca’ Zanardi, organizzata in collaborazione con il partner EN SPACE.
Tra settembre e novembre numerosi gli appuntamenti sia alla Biennale sia in altri contesti, italiani e stranieri, tra festival, conferenze, workshop (così come in febbraio era stata annunciata ad archeoludica alla Sapienza di Roma e in maggio al Far Game dell’Archivio Videoludico di Bologna).
Il 12-13-14 settembre con la Scuola Internazionale di Comics di Padova diretta da Stefano Tamiazzo al Centro Candiani si sono tenute 3 giornate di corso propedeutico alla concept art, alla fotografia e allo storytelling; il 24 settembre al Candiani Marianna Santoni, guru di Photoshop Italia, ha fatto incontrare al pubblico Cristiano Nardò, famoso copy già all’Armando Testa; lo stesso giorno è stato presentato alla Sala dei Laneri il catalogo/libro di Neoludica edito da Skira, brindisi con Aperol Spritz e caffè di Coffee Design Store di Paolo Barichella, con Stefano Pisciotta e Sabina Antonini di EN SPACE. Il 29 visita speciale dell’Associazione Amici dell’Arte di Venezia alla mostra; il 30 settembre il Comune di Venezia e il centro Candiani con Elisabetta Da Lio hanno organizzato una splendida giornata di Saperi e Sapori, cui Neoludica ha preso parte e oltre a far visite guidate con Samuele Arcangioli e Massimo Giuntoli, ha visto anche per il week-end la presenza dei partner del Distretto Commerciale dell’Eporediese, prima a Mestre e poi a Venezia.
Il 4 e 5 ottobre Game Camp organizzato al Candiani in collaborazione con Urustar e IndieVault; il 7 workshop professionale del noto fotografo Andrzej Dragan con Marianna Santoni al Centro Candiani; dal 13 al 15 ottobre partecipazione al Mestre Film Festival con la sezione Machinima dove in giuria presenzia anche Domenico Quaranta e invitiamo Margherita Balzerani di Atopic Festival di Parigi come Presidente Giuria Machinima; alla presenza dei curatori nel pomeriggio del 14 si tiene il convegno di Neoludica e nelle stesse giornate Jan Vormann realizza in Venezia il suo Dispatchwork neoludico, incontrando anche il pubblico. Focus su Oddworld, con Lorne Lanning, Sherry McKenna e Tibe durante lo stesso Festival. Aperol Spritz, Sorgenti Monte Bianco e Coffee Design Store offrono altre degustazioni per la giornata del 14. Salvo Fallica di E-Ludo prende parte alla giuria di IndieCade a Washington e alcuni titoli da lui selezionati per Neoludica entrano nella rosa dei finalisti.
Novembre si apre al Lucca Comics&Games con la mostra speciale di Oddworld al LU.C.C.A. Center e il 1 novembre con Maurizio Vanni, direttore del Museo, Emanuele Vietina vice del Festival, Ambra Bonaiuto-Salvo Mica-Debora Ferrari-Luca Traini tengono una conferenza in Sala Ingellis sull’arte e i videogames, presentano il catalogo e parlano di Oddworld. Dal 4 al 6 novembre Milano ospita la prima Games Week italiana, organizzata da AESVI, e Neoludica porta i 30 artwork dei publishers in fiera (dalla sede del Candiani), presenta il catalogo e offre una sfilata tra gli stand di un abito di Gabriella Parisi indossato dall’artista Jessica Quadrelli e il video di Neoludica della stessa Parisi già in Biennale.
Dal 14 al 16 Neoludica è partner di Atopic Festival Parigi, presenta il catalogo, propone il video di Gabriella Parisi come narrazione dell’evento collaterale e presenta fuori concorso i video presenti alla Sala dei Laneri di VJ Visualoop, Les Liens Invisibles, Federico Solmi.
26 e 27 novembre visite guidate al padiglione in Venezia e partecipazione alla conferenza stampa di chiusura di ILLUMInations, 54.Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia.
Catalogo
Edito da Skira, strutturato e curato da Debora Ferrari e Luca Traini, il catalogo è un volume che va oltre la mostra e diviene testo sulla vasta tematica di Arte e Videogames. La presentazione ufficiale avverrà alla Triennale di Milano, nel bookshop Skira, a febbraio 2012. Oltre alla distribuzione in Italia, l’edizione inglese raggiungerà Europa, USA, Centro e Sud America, UK, Australia e Nuova Zelanda.
Web e press
Oltre ai blog di Neoludica e Italians do it better!! e ai siti di curatori e artisti partecipanti, la rete creata con le media partnership ha permesso all’evento di essere indicizzato in oltre 40 pagine di Google per tutto il periodo della Biennale raccogliendo una rassegna stampa cartacea e web di oltre 300 articoli. XL in partnership ha pubblicato a giugno un servizio di 6 pagine. Di media 4 milioni di utenti raggiunti con l’attività base di comunicazione mensile.
Social media
E-Ludo e Musea hanno seguito tutta la campagna sui social ottenendo impressions su un bacino di utenza altamente interessato e trasversale tra il mondo delle arti e quello dei videogames.
Twitter con 2 account attivi, Facebook con 5 account attivi, LinkedIn con 6 account attivi e 2 gruppi, Google+, Four Square, YouTube. Portata di click a 120.000 a settimana per social con trend di crescita del 25% e una diffusione dall’Europa al Giappone, dalla Cina all’America, con utenza bilanciata quasi al 50% di uomini e donne.

RINGRAZIAMO
Partner di progetto
AESVI, Centro Culturale Candiani Mestre, Arte Communications,  Games Collection.it, Wizarp Urban Visions, EN SPACE, Scuola Internazionale di Comics, Ochacaffé Italia-Giappone, Gabriella Parisi, Activision Publishing, Blizzard Entertainment Italia, Disney Interactive Studios, Nintendo, Microsoft, Sony Computer Entertainment, WB Games
Supporter
ProGaming, Gobbetto, Nikon, Distretto Commerciale dell’Eporediese, Sorgenti Monte Bianco, GCode, Gabriella Parisi, La Repubblica XL, Gameplayer, Multiplayer.it, Eurogamer, Tucano, Aperol Spritz
Patrocinatori
Accademia Italiana Videogiochi, AESVI, Archivio Videoludico Cineteca di Bologna, AIOMI, Lucca
Comics&Games, Università La Sapienza, Università di Catania, Comune di Catania, Università Cattolica del Sacro Cuore-ALMED, Università Ca’ Foscari, California College of the Arts, Accademia di Belle Arti di Venezia, Università Tor Vergata, Arsgames España, OMNSH.ORG Parigi

2 commenti:

  1. Sarà mai possibile organizzare qualcosa di simile (anche lontanamente simile) a Brescia con la collaborazione dell'accademia laba.edu ?

    RispondiElimina
  2. ciao Tourist! Quando vuoi!! scrivici su neoludica@gmail.com e portiamo Neoludica a Brescia nel 2013.
    Buon Anno!

    RispondiElimina