mercoledì 29 febbraio 2012

NEOLUDICAMENTE...danzando

INTERACTIVE DANCE
priorities of the moment


Frari THEATER - WORKSHOPOPEN DOORS
March 01 /2012

ex Santa Marta CHURCH - LABEL PERFORMANCE
March 02 /2012

VENICE, ITALY



Venerdì 2 marzo alle ore 20.00, presso la Ex Chiesa di Santa Marta a Venezia, Martin Romeo presenterà il suo ultimo lavoro di danza interattiva LABEL, realizzato in collaborazione con la performer Anna e il compositore Enrico Bozzato.
Allo spettacolo saranno legati i workshop open door che si terranno il giorno 1 marzo dalle ore 18.00 alle ore 22.00 presso il Teatro dei Frari, San Polo 2464/Q Venezia.

L'iniziativa è stata realizzata con il contributo del senato degli studenti Iuav in collaborazione con Comune di Venezia - Assessorato alle Politiche Giovanili e Pace, Municipalità Venezia Murano BuranoCFLI - Consorzio Formazione Logistica Intermodale, Spazio Porto – Venezia,  A+A| Centro Espositivo Sloveno e Toolkit Festival. Sostiene il progetto con la comunicazione e la promozione anche Musea_Neoludica.

Un workshop open door, una performance e l’antica Ex chiesa di Santa Marta a Venezia: un evento in un contesto inimitabile.
Martin Romeo, visual artist che opera in ambito internazionale, con la presentazione del suo ultimo lavoro LABEL, darà la possibilità al pubblico di assistere a questo progetto multimediale all’interno di un insolito contesto, capace di coinvolgere diverse discipline artistiche per creare un’unica realizzazione visiva: uno spettacolo di danza interattiva.
Il centro della ricerca di Martin è l’interattività, che coinvolge il corpo del performer in un dinamico e sinuoso cambiamento in tempo reale parallelamente alla scenografia che lo circonda.

Il lavoro indaga sul deterioramento del corpo a favore dell’immagine, che, a contatto con la materia, con il soggetto fisico, diviene energia. L’antimateria propria della pura visione vuole assumere una forma concreta, divenire nuovo strumento, sopraffare il corpo dall’interno per apprenderne la struttura e così generarsi dal nulla.
La scena che si presenta agli occhi dello spettatore è quella di uno continuo e incessante mutamento visivo dello spazio e del tempo in cui il corpo di Anna prende o perde forma a seconda delle volontà dettate da Martin e dal sound creato da Enrico Bozzato.
Il momento dell’atto performativo coinvolgerà il pubblico nell’osservazione dunque della nuova realtà virtuale che ci circonda di cui lo spettacolo costituisce l’atto conclusivo e celebrativo.
La realizzazione dell’intero progetto, articolato nelle due fasi di progettazione che si sviluppa – durante il workshop - e di conclusione: l'Interactive dance – saranno realizzati grazie all’ausilio della tecnologia più d’avanguardia nell’ambito artistico contemporaneo.

Martin Romeo
Art Director and Visual Artist 



Ingresso gratuito

Per info:
[Responsabile ufficio stampa Elisa Stocchiero]                                                          


Nessun commento:

Posta un commento