lunedì 14 novembre 2016

Neoludica e team collaboratori per i lab coi licei a Varese, in un progetto ampio di legalità come prassi



Si tratta dell'avvio della terza fase del percorso di educazione alla legalità, ideato e coordinato dalla prof.ssa Stefania Barile, che il Centro Internazionale Insubrico “C. Cattaneo” e “G. Preti” (Direttore Scientifico prof. Fabio Minazzi) ha sviluppato nell’ambito del Progetto dei Giovani Pensatori, giunto alla sua VIII edizione. Le attività relative al Laboratorio sulla Legalità dei Giovani Pensatori negli ultimi quattro anni hanno impegnato docenti e allievi delle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Varese in percorsi di approfondimento sulla tematica della legalità, della convivenza civile, della democrazia, dei beni comuni. Dopo le prime due fasi - Laboratorio sulla legalità. Itinerari educativi per un’educazione alla convivenza democratica e Laboratorio ‘Legalità e Ambiente’ - “Ora siamo giunti a una svolta importante: alla sensibilizzazione civica deve seguire una vera e propria formazione civica – sostiene la prof.ssa Barile - e per questo occorre un coordinamento di attività che vanno oltre la riflessione filosofica, sociale ed educativa seppur importante e significativa per i nostri giovani. È necessario puntare al civic engagement, al coinvolgimento civile consapevole e attivo: all’impegno civico dentro e per la società in cui viviamo e in cui desideriamo crescere questa e le prossime generazioni”.
Per realizzare tale progetto formativo, denominato appunto Legalità come prassi e centrato sulle pratiche e sugli incentivi capaci di stimolare i nostri giovani ad assumere un atteggiamento e un comportamento rispettoso propositivo e progettuale, nel mese di marzo la prof.ssa Stefania Barile ha costituito una Commissione Legalità composta da dirigenti scolastici, docenti, studenti universitari ed esperti in ambito filosofico, giuridico, storico, artistico e della comunicazione.

Un Laboratorio sul diritto dei beni culturali della dott. Tiziana Zanetti, uno storico-filosofico delle dott. Giovanna Lo Cicero e Elisabetta Scolozzi e uno pratico sul conscius gaming, coordinato da Debora Ferrari e Luca Traini di Neoludica Game Art Gallery con la collaborazione di Emanuele Cabrini e di giovani team di concept artists, costituiscono una possibilità per formarsi alla Legalità durante il periodo di Alternanza scuola-lavoro: 60/65 ore all’anno a partire dal Terzo anno di Liceo per un progetto triennale davvero unico nel suo genere che porterà alla realizzazione di videogame, blog, app e materiale multimediale per campagne social media sulla Legalità e per la Legalità a partire dalla comprennsioe e dalla comunicazione dei beni museali sul territorio.
Le scuole che hanno già aderito sono il Liceo Sereni di Luino (scuola pilota del progetto), il Liceo Manzoni e il Liceo Ferraris di Varese. Inoltre sono coinvolti in questa impresa di valorizzazione dei beni culturali anche alcuni Musei del nostro territorio provinciale.

La Giornata Studio Legalità come prassi  si terrà il prossimo Giovedì 17 Novembre dalle ore 9 alle 13 nell'Aula Magna dell'Università degli Studi dell'Insubria in Via Ravasi 2 a Varese e vedrà fra i relatori Alessandra Clemente, assessore ai Giovani del Comune di Napoli, e Adriano Patti, magistrato della Corte di Cassazione.
Programma

Ore 9 Fabio Minazzi e Stefania Barile presentano il progetto Legalità come prassi
Ore 9,20 Alessandra Clemente (Assessore ai Giovani, Politiche giovanili, Creatività e Innovazione – Comune di Napoli)
Ore 10 Adriano Patti (Magistrato della Corte di Cassazione - Roma)
Ore 10,40 discussione 
Ore 10,55 pausa
Ore 11,05 Eleonora Lega (Dottoranda in Diritto e Scienze Umane - USI)
Ore 11,45 Emanuele Cabrini (fondatore Gamesearch.it), Debora Ferrari e Luca Traini (fondatori Neoludica Game Art Gallery)
Ore 12,45 discussione
Ore 13 chiusura dei lavori

INGRESSO LIBERO



mercoledì 9 novembre 2016

Neoludica al Museo Fermo Immagine di Milano

Sara and Death di Rocco Salvetti - grafica Sara Bodini - screenshot (c)

Di cosa parleremo?
Di Game Art, di rapporto fra le arti e il cinema il secolo scorso e fra le game art e le arti in questo secolo, ma soprattutto provocheremo, andremo fino alla preistoria per lanciarci in un immaginario futuribile!

Quando?
Venerdì 11 novembre alle ore 17 al Museo del Manifesto Cinematografico di Milano!



Fermo Immagine. Museo del Manifesto Cinematografico (in collaborazione con Francesco Toniolo) presenta Game / Movie, evento dedicato a cinema e videogiochi e rivolto a tutti gli appassionati di questi due mondi. Nel corso dell’evento, in programma dall’11 al 13 novembre 2016 presso Fermo Immagine, sarà possibile approfondire la conoscenza del mondo dei videogiochi, giocare a giochi inediti, scoprire interessanti anteprime e fare un salto nel passato della storia del videogioco, dalle origini all’evoluzione della sua tecnologia. Tutto questo nella tipica atmosfera di Fermo Immagine e dei suoi manifesti.
Oltre a un fitto programma di incontri dedicati al rapporto tra videogiochi e cinema, tenuti da docenti universitari, ricercatori, sviluppatori, scrittori e sceneggiatori di fumetti e videogiochi, durante i tre giorni di evento saranno presenti alcuni tra i più importanti team italiani di sviluppatori indipendenti e un’esposizione di retrogaming curata da Videogame Memorabilia. Non mancherà inoltre una esposizione/galleria dei più bei manifesti cinematografici ispirati al mondo del videogame e sarà inoltre possibile provare in anteprima Resident Evil 7.
Infine, ospiti d’eccezione sabato 12 alle 17.30: Victorlaszlo88 e MightyPirate, due seguiti youtuber che incontreranno il pubblico per parlare di film e videogiochi.
I team di sviluppatori indipendenti che hanno già confermato la loro presenza sono: SunderikaElf GameStudio MantisIperurania ArtsThe White RoomPlaying the GamePotato Killer StudioMilanoirStudio AlbatrosMarco AlfieriDevilsoft, 4H StudioLab.
"Presentando l'attività che facciamo per valorizzare artisti, game artist, concept artist, dev -spiegano i fondatori di Neoludica Luca Traini e Debora Ferrari- ci teniamo a far comprendere come la nostra attenzione sia nel connettere contenuti e dinamiche, sia dentro sia intorno al linguaggio videoludico. Oggi le possibilità sono tante ma se diamo loro corpo in modo approfondito abbiamo anche la speranza che durino e non si sengano velocemente. Vogliamo che il videogame prenda la forza dell'arte in sé, non solo perché è costituito da arti".
Oltre a varie visioni, il talk approfondirà anche le figure di alcuni artisti di Game Art Gallery come Edward Paul Quist, Alessandro Natella RHM, Rocco Salvetti con Sara and Death un puzzle game per smartphone che prende le mosse dal Settimo sigillo di Bergman, sempre per restare in tema video e film.
Opera di E. P. Quist (C)

Installazione retro-video di RHM alla recente MGW

Screenshot di Sara and Death (c)

Artwork di Claudia Gironi per Assassin's Creed (c), affiche di game art

Programma
Venerdì 11 novembre
Ore 15.00
Presentazione di Game/MovieFrancesco Toniolo (curatore dell’evento)
Ore 15.30
InTo the Darkness: John Carpenter, H.P. Lovecraft e fisica quantistica
Paolo Branca (Playing the Game)
Ore 17.00
Neoludica@GameMovie. Lo schermo colpisce ancora!Game Art : Arte XXI = Cinema : Arte XXDebora FerrariLuca Traini (Neoludica Game Art Gallery)
Sabato 12 novembre
Ore 11.00
Romanzi, film e videogiochi: la letteratura si allarga?
Livio Gambarini
 (scrittore e sceneggiatore)
Ore 15.00
Prospettive cineludiche: da E.T. al puzzle film
Mauro Salvador
 (Università di Bologna / Università di Modena e Reggio Emilia)
Riccardo Fassone (Università degli Studi di Torino)
Ore 16.00
Cyber Apocalypse 2016. Come il web di massa ha distrutto la rete
Diego Cajelli 
(fumettista e sceneggiatore)
Ore 17.30
Il cinema videoludico: da Supermario a Warcraft
Victorlaszlo88
 (youtuber) e MightyPirate (youtuber)
Domenica 13 novembre
Ore 11.00
Il cinema ai tempi del videogioco. Tecniche realtime per la postproduzione cinematografica
Biancamaria Mori (Mentezero)
Ore 15.00
La biblioteca 2.0: è tempo di videogame
Emanuele Cabrini
 (GameSearch)
Ore 16.00
Sulla soglia del reale. Il cinema americano e i videogiochi tra convergenze e divergenze
Francesco Rossini
 (Università Cattolica di Milano)
Modalità di ingresso e orari
Venerdì apertura dalle 14:30 alle 19:00
Sabato e domenica apertura dalle 10:30 alle 19:00.
Ingresso giornaliero 5 euro
FERMO IMMAGINE – Museo del Manifesto Cinematografico
Via Gluck, 45 – 20125 Milano
info@museofermoimmagine.it

mercoledì 26 ottobre 2016

Neoudica a Lucca Comics&Games insieme ai team di sviluppatori italiani

Lucca arriva sempre come la summa dell'attività di un anno, quelle per cui pensi, progetti, inventi, crei e realizzi, al fine di promuovere le attività delle game art in contesti di beni culturali e anche portando l'arte alle fiere di settore.
Lucca non è una fiera: è un mondo nel mondo, un'esperienza multisensoriale, una crescita.
Nel 2011 avevamo allestito al Lu.C.C.A. la mostra di Oddworld con Lorne Lanning, nel 2014 avevamo fatto con Ubisoft la meravigliosa mostra per Assassin's Creed a Villa Bottini; lo scorso anno avevamo curato il contest per I Cavalieri del Nord di Matteo Strukul con Multiplayer.


Il banner allo stand, Area Games,
seguilo per trovarci!


Quest'anno, al termine di tante attività che ci hanno visti impegnati con Gamesearch.it nelle biblioteche lombarde, con Svilupparty a Bologna, con accademie e università in vari momenti formativi e anche a Venezia per la Mostra Internazionale della Neoludica Inside videogame, condivisa con colleghi e artisti e team, a Lucca ci trovate proprio al Padiglione Games con Svilupparty.
Perché?
Perché la Neoludica nasce nello sviluppo, le nuove opere d'arte sono i videogame e perché sono i team che a Venezia hanno mostrato la loro arte e i loro titoli, spiegati e raccontati nel nostro Artbook 2016 che racchiude i loro progetti e le opere di game art e concept art.

E' così che potrete conoscere i nostri artisti della gallery, attraverso i cataloghi e i libri esposti allo stand dove ci saranno anche i colleghi di iMasterArt e The Game Machine come ospiti culturali.



Neoludica è stato il termine col quale abbiamo presentato alla 54.Biennale di Venezia le game art e con questa definizione vogliamo racchiudere le ricerche legate al videogame e alle arti contemporanee, per dialogare sia col mondo dello sviluppo che con i beni culturali.


Game Art Gallery (R) è un progetto ideato e curato da Debora Ferrari e Luca Traini che dal 2008 ha come obiettivo la promozione delle arti videoludiche nelle arti contemporanee con grande cura del particolare e della qualità dei contenuti. Game Art Gallery è un valido partner in campo culturale, avendo pubblicato col marchio TraRari TIPI The Art of Games, nuove frontiere tra gioco e bellezza, 2009, abbinato al marchio Skira Arte e Videogame. Neoludica, 2011-1966 per il padiglione come Evento Collaterale alla 54.Biennale di Venezia,  Assassin’s Creed Art (R ) Evolution sempre insieme a Skira, come catalogo della mostra al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano. Con ‘Effetto di Massa’ di Toniolo apre la nuova collana Game Culture Book che prosegue nel 2015 con 'Dark Souls' e altri volumi nuovi.  



Allo stand è possibile trovare le pubblicazioni più importanti, il volume edito insieme a Skira per la Biennale di Venezia, l'ultimo artbook con gli sviluppatori indipendenti 'Neoludica Inside Videogame', i saggi di Francesco Toniolo. Sono esposte anche grandi artwork di concept art e pixel art di Cristian Scampini, Claudia Gironi, Federico Vavalà, Luca Baggio, Riccardo Massironi e altre opere di iMasterArt con Marco Natale e Joseph Viglioglia. Troverete anche materiali di molti artisti e gruppi,  in particolare di Gamesearch.it, MenteZero, Alessandro RHM Natella, Rocco Salvetti e i codici per giocare a PlayQuotes di Mirko Di Pasquale.

Grazie a Svilupparty per la sinergia!!

Dopo il grande successo della settima edizione, svoltasi come di consueto all’Archivio Videoludico della Cineteca di Bologna il maggio scorso, Svilupparty sbarca anche a Lucca Comics & Games con un enorme stand a isola nel Padiglione Carducci!
Insieme all’Associazione Svilupparty troverete ben quattordici sviluppatori indipendenti italiani: Chroniclers Game Studio, Digital Mantis, Digital Tales, Imagimotion, Indomitus Games, Italogames, IV Productions, LKA, Marco Alfieri, Reddoll, Storm in a Tea Cup, Studio Evil, Triniteam, The White Room.
Visitano lo stand potrete provare i loro ultimi lavori, fra platform game ed esperienze in realtà virtuale, oppure potrete ammirare l’esposizione allestita da Neoludica, o ancora sbirciare un esperto modellatore 3D della scuola iMasterArt al lavoro con la sua Wacom tablet o infine assistere in diretta alle interviste di The Games Machine durante la manifestazione!
Durante la fiera infine, lo stand Svilupparty sarà una tappa del Cammino del pellegrino proposto da Feudalesimo e Libertà a tutti i visitatori della fiera.

Se volete saperne di più, partecipate alla conferenza

SVILUPPARTY @ LUCCA COMICS & GAMES 2016

in Sala Ingellis lunedì 31 ottobre alle 14.15

L’Associazione ha inoltre organizzato tre seminari condotti da alcuni dei team presenti:

L’AVVENTURA GRAFICA DI MUTANT CHRONICLES: LO SVILUPPO DI UNA STORIA
con Marco Gadaleta, Screenwriter e Game Designer di Chroniclers Game Studio
Piergiuseppe Lacitignola Game Designer di Chroniclers Game Studio
venerdì 28 ottobre dalle 11.30 alle 13.30.

STORYTELLING PER VIDEOGAMES
con Carlo Ivo Alimo Bianchi, CEO e Creative Director di Storm in a Tea Cup
venerdì 28 ottobre dalle 16.00 alle 18.00

LOOKING AROUND: PHOTO PATCHWORKING E OVERPAINTING PER L’ARTE CONCETTUALE
con Fabio Corica, Direzione artistica e Coordinamento produzione di The White Room
domenica 30 ottobre dalle 16.30 alle 17.30


Per informazioni e iscrizioni, scrivere a educational(at)luccacomicsandgames.com. Le richieste di iscrizione devono comprendere un breve curriculum relativo alle esperienze personali nel campo di interesse dell’incontro.


Neoludica alla Biblioteca Punto Cerchiate, Pero. Continua la mostra fino al 5 novembre

L'inaugurazione della nuova Gaming Zone alla Biblioteca Punto Cerchiate di Pero è stata l'8 ottobre, la settimana prima della Milan Games Week, e davanti a un pubblico di cittadini la sindaca Maria Rosa Belotti ha sciolto il nastro per inaugurarla insieme al consulente Emanuele Cabrini e il responsabile della Biblioteca Alberto Raimondi.







Neoludica Game Art Gallery (r) col progetto di valorizzazione delle opere e degli artisti di game art in contesti culturali, ha provveduto ad allestire una mostra di tutti gli artisti della gallery nel 'labirinto' degli spazi ben allestiti e suddivisi in aree molto piacevoli, per libri, dvd, musica, videogame, bambini e in collezione permanente, nella sala Gaming Zone, resteranno anche alcune affiche di game art. Alla presentazione, i curatori Debora Ferrari e Luca Traini hanno spiegato al pubblico l'importanza della consapevolezza delle arti videoludiche sia per chi ne fruisce che per chi non gioca, perché sono arti determinanti in quest XXI secolo proprio come il cinema lo è stato il secolo scorso.












Nella biblioteca ora è possibile avere in prestito anche i videogame e non solo i libri.
La mostra prosegue fino al 5 novembre secondo gli orari della biblioteca.

L'Arte è in Gioco!!



venerdì 14 ottobre 2016

Tre giorni di Game Culture a Milan Games Week Art con Neoludica

MILAN GAMES WEEK
MGWart by Neoludica Game Art Gallery
con John Romero

John Romero allo stand di Neoludica con le opere di Game Art
di Filippo Scaboro e degli altri 40 artisti

romero fotografa le opere per la mostra tributo a Doom

con Alessandro Natella RHM -foto Cinzia Coata-
Filippo Scaboro dona a Romero il ritratto in pixel art

Con Biancamaria Mori e Carlo Gioventù, Mentezero

insieme anche a Francesco Tonilo e Luca Roncella

mentre Filippo Scaboro gli consegna il quadro/ritratto di game art da lui realizzato

La tecnologia appare smaniosa di renderci tutti artisti e autori. Ci fornisce smartphone e tablet che migliorano la nostra esperienza fotografica e video, ci offre app per editare video e comporre musica, disegnare, dipingere e scolpire. Per intrattenimento, ma anche per documentazione. Non solo per giocare, anzi. Ma chi lavora per produrre questi strumenti e servizi? Come lavora?
Comprendere l’industria artistica di questo inizio secolo ci permette di essere fruitori consapevoli non solo di videogame, vera è propria ultima arte predominante come il cinema lo è stato il secolo scorso, ma ci trasforma in utilizzatori preparati a inserire dinamiche tecnologiche in ambiti importanti e a noi cari come la tutela e la promozione del patrimonio artistico e culturale, della didattica museale, della formazione, del turismo. Questo si è prefissata di fare Game Art Gallery ® un nome che è un progetto nato nel 2008 per unire le strade di beni culturali e arti videoludiche e che ha portato alla 54.Biennale di Venezia proprio le game art nel 2011 e alla prima Games week dove è stata da subito presente.

la parete PROGRASSIONE DEI MEDIA - VIDEOGAME XI MUSA

“Siamo oggi nel pieno dello sviluppo e dello svolgimento di queste arti innovative, arti che non cambiano la prospettiva dell’arte, cambiano l’arte in sé. Arti che si rimettono in gioco nel significato sociale dell’Arte, come prassi e non solo come metafora. Arti che nascono da un fervido tessuto giovanile, estetico e produttivo, con potenzialità enormi a livello comunicativo ed economico e per le quali vale la pena insistere sul loro valore per affermarle in quello generale delle discipline umanistiche e dei beni culturali” - spiegano i fondatori Debora Ferrari e Luca Traini.
Con Brenda Romero alla mostra tributo, Neoludica stand E09


Allo stand per i 3 giorni è possibile trovare: mostra dedicata a John Romero con opere di Filippo Scaboro, Luca Roncella, Samuele Arcangioli, Claudia Gironi, Federico Vavalà; le opere di tutti gli artisti di Game Art Gallery in formato 30x30 e collezionabili; opere di noti concept artist e art director che lavorano nell’industria videoludica come Marco Natale, Joseph Viglioglia, Marcello Baldari, Andrea Malgeri, Massimo Porcella, Diletta De Santis, Ilaria Lazzarotto, Filippo Ubertino, Cristian Scampini, Mauro Perini, Ivan Porrini; corner Gaming Zone delle biblioteche di Milano con Gamesearch.it. Sempre allo stand per 3 giorni ci saranno presentazioni nell’area WORKshow, con speedpainting 3D e mecha dal vivo con guru della Scuola Internazionale di Comics di Padova come Stefano Tamiazzo, Alberto Dal Lago, Giovanni Maisto, Igor Imhoff, Carlo Più, Giuseppe De Iure, Cristian Scampini, Federico Ferrarese, Marco Natale, Joseph Viglioglia e altri VIP di settore come MenteZero e Retro Haevy Machine. Sono disponibili al desk anche i nuovi artbook e altre pubblicazioni, accompagnati da prodotti Tucano di design e tape art. 

Programma delle giornate, stand MGWart:

venerdi 14: h 14,30 Igor Imhoff : Z-Brush Texturing.
                   H 17.30 MenteZero: VIDEOGIOCARTE - Interattività per l'arte e la cultura
lo speech si incentrerà sul ruolo del gioco e delle nuove tecnologie come nuovo mezzo estetico e comunicativo per l'arte e la cultura. Parleremo della trasformazione estetica del videogioco negli anni ed introdurremo dei progetti al momento attivi: Contemporary Escape, un videogioco che attraverso interazioni e storytelling ha lo scopo di educare lo sguardo all'arte contemporanea, sempre molto enigmatica per i non addetti ai lavori; gli ologrammi per i musei e nuove tecninche multimediali e interattive per i luoghi dell'arte;

Sabato 15: h 11 MenteZero “VIDEOGIOCARTE - Interattività per l'arte e la cultura”; h 14.30 Alberto Dal Lago, Christian Scampini , Federico Ferrarese  > Jam Live di pittura digitale.

Domenica 16: h 14.30 Giovanni Maisto: Concept Art




lunedì 3 ottobre 2016

Tre nuovi eventi per la NEOLUDICA. Pronti a seguirci?

BIBLIOTECA DI CERCHIATE

Mostra di Game Art con le affiche create dagli artisti e alcune opere su canvas di Claudia Gironi e altri concept artist italiani.




FUORI MILAN GAMES WEEK



NEOLUDICA INSIDE VIDEOGAME
@TIMspace

MUSEA GAME ART GALLERY con iMasterArt, Scuola Internazionale di Comics Padova, Fandango Club, E-Ludo Lab, MenteZero; partner tecnico Tucano. A cura di Debora Ferrari, Luca Traini, Emanuele Cabrini.
DATA E ORARI: dal 10 al 14 ottobre 2015. Orari: 10-17. TimSpace, piazza Luigi Einaudi, Milano.
AperiGAME martedì 11 ottobre ore 17>19.

Il mondo dei videogame è costruito da artisti del codice, del sound, dell'arte. La Neoludica vuole racchiudere le riflessioni tra la produzione di questi mondi e lo stato attuale delle arti contemporanee. Inoltre i mondi digitali possono essere riportati nel materiale con processi di produzione particolare degli artwork che ci permettono di esporli come opere d'arte. 
Al TimSpace si tiene una mostra delle game art con concept art di artisti famosi, pixel art e altre installazioni audiovisive e interattive per scoprire l'originalità della Neoludica. Tra gli artisti: Fabrizio Arzani, Lucio Parrillo, Maurizio Manzieri, Melissa Mercanti, Andrea Di Natale, Ida Cirillo, Riccardo Massironi, Giulia Avalli, Filippo Scaboro, Emanuele Bresciani, Emanuele La Loggia, Federico Vavalà, Luca Baggio, Giuditta Sartori, Claudia Gironi, Cristian Scampini, Federico Ferrarese, Daniela Masera, Luca Roncella, Ivan Porrini, Serena Piccolo, Biancamaria Mori e Alice Manieri, Paolo Della Corte, Teo De Petri, Samuele Arcangioli, Giacomo Giannella, Alex Hall, Rocco Salvetti/Sara Bodini e altri autori, tra cui Alessandro Natella di Retro Haevy Machine. Disponibile in sede di mostra i nuovi artbook accompagnati da prodotti di design Tucano. La mostra, presentata a Venezia in luglio, continua allo stand in MGW ART dal 14 al 16.10. 

Ingresso alla mostra gratuito, venerdì 14 workshop iMasterArt a pagamento.  

Per info sui workshop di iMasterArt con K.ChockT. MurphyA. JonesA. Konstad e D. LuVisicliccare QUI


MILAN GAMES WEEK



MGWart by Neoludica Game Art Gallery

La tecnologia appare smaniosa di renderci tutti artisti e autori. Ci fornisce smartphone e tablet che migliorano la nostra esperienza fotografica e video, ci offre app per editare video e comporre musica, disegnare, dipingere e scolpire. Per intrattenimento, ma anche per documentazione. Non solo per giocare, anzi. Ma chi lavora per produrre questi strumenti e servizi? Come lavora?
Comprendere l’industria artistica di questo inizio secolo ci permette di essere fruitori consapevoli non solo di videogame, vera è propria ultima arte predominante come il cinema lo è stato il secolo scorso, ma ci trasforma in utilizzatori preparati a inserire dinamiche tecnologiche in ambiti importanti e a noi cari come la tutela e la promozione del patrimonio artistico e culturale, della didattica museale, della formazione, del turismo. Questo si è prefissata di fare Game Art Gallery ® un nome che è un progetto nato nel 2008 per unire le strade di beni culturali e arti videoludiche e che ha portato alla 54.Biennale di Venezia proprio le game art nel 2011 e alla prima Games week dove è stata da subito presente.
“Siamo oggi nel pieno dello sviluppo e dello svolgimento di queste arti innovative, arti che non cambiano la prospettiva dell’arte, cambiano l’arte in sé. Arti che si rimettono in gioco nel significato sociale dell’Arte, come prassi e non solo come metafora. Arti che nascono da un fervido tessuto giovanile, estetico e produttivo, con potenzialità enormi a livello comunicativo ed economico e per le quali vale la pena insistere sul loro valore per affermarle in quello generale delle discipline umanistiche e dei beni culturali” - spiegano i fondatori Debora Ferrari e Luca Traini.
Allo stand per i 3 giorni è possibile trovare: mostra dedicata a John Romero con opere di Filippo Scaboro, Luca Roncella, Samuele Arcangioli, Claudia Gironi, Federico Vavalà; le opere di tutti gli artisti di Game Art Gallery in formato 30x30 e collezionabili; opere di noti concept artist e art director che lavorano nell’industria videoludica come Marco Natale, Joseph Viglioglia, Marcello Baldari, Andrea Malgeri, Massimo Porcella, Diletta De Santis, Ilaria Lazzarotto, Filippo Ubertino, Cristian Scampini, Mauro Perini, Ivan Porrini; corner Gaming Zone delle biblioteche di Milano e hinterland con il lavoro svolto da Emanuele Cabrini fondatore di Gamesearch.it. Sempre allo stand per 3 giorni ci saranno presentazioni nell’area WORKshow, con speedpainting 3D e mecha dal vivo con guru come Stefano Tamiazzo, Alberto Dal Lago, Giovanni Maisto, Igor Imhoff, Carlo Più, Giuseppe De Iure, Cristian Scampini, Federico Ferrarese, Marco Natale, Joseph Viglioglia e altri VIP di settore come MenteZero, Rocco Salvetti, Scuola Internazionale di comics Padova e Retro Haevy Machine. Sono disponibili al desk anche i nuovi artbook e altre pubblicazioni, accompagnati da prodotti Tucano di design e tape art.